Una delle più diffuse forme di pubblicità cd. below the line (è comunicazione con cui un'impresa intende promuovere la propria immagine, i propri segni distintivi o i valori nei quali vuole essere riconosciuta e dove è assente la sollecitazione all'acquisto dei suoi prodotti) è la sponsorizzazione. Questa oggi sfrutta ampiamente i social media mediante messaggi promozionali di soggetti promotori di una determinata immagine e dotati di una certa reputazione (i cd. influencer). Dal punto di vista legale sono numerose le norme che devono essere osservate sia dagli influencer che dalle imprese proprietarie dei brand. Quali sono?

Dal 7 marzo, grazie al bando MARCHI+3, le PMI possono accedere agli oltre 3,8 milioni di euro di contributi messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per favorire la registrazione di marchi comunitari presso l’Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO) o presso l’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI). 

Back to Top