Si incrementa ulteriormente la lista di reati, da cui potrà derivare la responsabilità amministrativa di società, enti ed associazioni, nel caso in cui siano commessi dai soggetti di vertice, sia dipendenti che collaboratori (normativa 231). Di quali novità si tratta?

Pubblicato in SOCIETARIO

Il disegno di legge n. 726/2018 introduce alcune significative novità nel D.lgs. n. 231/2001 in materia di responsabilità da reato degli enti, che determineranno un impatto rilevante nei sistemi di governance e di controllo delle società di capitali. Di quali variazioni si tratta?

Pubblicato in SOCIETARIO

Il collegio sindacale è responsabile in caso di mancata rilevazione di macroscopiche violazioni degli amministratori. È la decisione assunta dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 21566/2017, depositata ieri 18 settembre. Queste le motivazioni.

Pubblicato in SOCIETARIO

La sezione specializzata in materia di impresa del Tribunale di Milano (sentenza n. 3545/2017) ha confermato la validità della clausola dello statuto, che permette ai soci di una società a responsabilità limitata di nominare una società di capitali in qualità di amministratore e ha individuato chi sia il soggetto responsabile in caso di atti pregiudizievoli. 

Pubblicato in SOCIETARIO

Nelle società a responsabilità limitata all'inerzia degli amministratori possono rimediare i soci, che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale, convocando l’assemblea. La sezione specializzata in materia di imprese del Tribunale di Roma ha sostenuto questa posizione in una sentenza del settembre 2016.

Pubblicato in SOCIETARIO
Back to Top