SOCIETÀ INNOVATIVE

SOCIETÀ INNOVATIVE (25)

Operativo il nuovo regime di agevolazioni per le startup innovative. L'obiettivo è la semplificazione delle procedure di accesso, concessione e erogazione delle agevolazioni, attraverso l’aggiornamento delle modalità di valutazione delle iniziative e di rendicontazione delle spese sostenute. Queste in dettaglio le novità contenute nel decreto 30 agosto 2019 del Ministero dello Sviluppo Economico pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale.

Le persone fisiche e le persone giuridiche, che conferiscono capitali nelle imprese innovative (startup e PMI), hanno diritto all'agevolazione fiscale (IRPEF o IRES) sull'investimento (art. 29, D.l. n. 179/2012). Sulla nozione di investimento agevolabile è intervenuto il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 7 maggio 2019, operativo dal mese di luglio. Cosa prevede?

Con il parere n. 170828 dell'1 luglio 2019 il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito che possono essere iscritte nella sezione speciale delle startup innovative due società identiche fornendo specifici chiarimenti.

Al fine di permettere agli investitori di procedere con gli adempimenti fiscali per dichiarare gli investimenti in imprese innovative e garantire loro che, in caso di controlli (esercitabili fino a sette anni dopo l’investimento), non siano privati dell'agevolazione fiscale, le startup sono tenute rilasciare una documentazione dettagliata secondo le direttive dell'Amministrazione Tributaria. Di quali documenti si tratta?

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che anche i soggetti, che investono in strumenti finanziari partecipativi (SFP), emessi da startup innovative, possono usufruire della tassazione agevolata. A quali condizioni?

Il Giudice del Registro delle imprese del Tribunale di Roma (decreto di rigetto n. cron. 2399/2019 del 5 aprile 2019 - R.G. n. 13912/2017) si è recentemente pronunciato individuando i limiti entro cui deve essere esercitato il controllo dall'apposito ufficio in sede di iscrizione di una società nella sezione speciale delle startup innovative.

Il decreto legge cd. semplificazioni (D.l. n. 135/2018 convertito con L. n. 12/2019) rende più facile procedere all’aggiornamento delle informazioni anagrafiche delle startup innovative rivedendo gli obblighi informativi previsti dall'art. 25, commi 14 e 15, D.l n. 179/2012 ed un recente parere del Ministero dello Sviluppo Economico consente alle startup innovative in liquidazione di restare iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese. In dettaglio le novità introdotte sono le seguenti.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (5 luglio 2019) del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze sono operative, come già avviene per le startup, le agevolazioni fiscali per gli investimenti nelle PMI innovative. Di quali misure si tratta?

La Legge di Bilancio 2019 (Legge n. 145/2019) è intervenuta sugli incentivi alle imprese e sulle regole per il venture capital allo scopo di favorire l’afflusso di capitale di rischio verso le imprese innovative. Quali sono le novità?

La Legge di Bilancio 2019 (Legge n. 145/2019) istituzionalizza la figura dei cd. business angel, ovvero dell'investitore in capitale di rischio, inteso come persona fisica che supporta una startup sia dal punto di vista finanziario mediante proprie risorse che attraverso una mentorship basata sulla sua esperienza professionale, le sue conoscenze ed i suoi contatti, e prevede nuovi incentivi per favorire il loro intervento nel capitale delle imprese innovative. In quali modalità?

Back to Top